Il centro di lavoro Woodpecker 60 realizzato per l’azienda Norwood Sp.z o.o. è un concentrato di soluzioni tecnologiche innovative, che sono state evidenziate da un recente video visualizzabile anche dall’home page.

Centro di lavoro Woodpecker 60 di Saomad

Norwood Sp.z o.o. è un’azienda polacca-norvegese con una capacità produttiva di 100-120 serramenti in legno al giorno. «Il centro di lavoro più adatto alle loro esigenze non poteva che essere Woodpecker 60» sottolinea Dario Camporese.

«La macchina consegnata rappresenta una somma di tutte le esperienze maturate dall’azienda negli ultimi anni di lavoro. Un risultato che ci ha richiesto un grande impegno, basti solo pensare ai 6 mesi di test eseguiti solo a livello di software.

Alla fine però il cliente è stato molto soddisfatto perché abbiamo migliorato i tempi di produzione che avevamo firmato alla stipula del contratto. Per queste ragioni abbiamo pensato che fosse importante realizzare un video che sottolineasse queste nuove applicazioni tecnologiche».

Le innovazioni del centro di lavoro Woodpecker 60

«Tra i concetti innovativi vi è il fatto che le pinze lavorano in contemporanea» spiegano i tecnici SAOMAD. «È stata una delle prima macchine, inoltre, in cui abbiamo scorporato una testa T7 multiunità che può forare, tagliare e fresare indipendentemente dalle altre teste. Mentre si effettuano delle lavorazioni di tenonatura e profilatura, pertanto, questo gruppo dedicato può eseguire asole e scanalature, ad esempio».

Centro di lavoro Woodpecker 60 di Saomad - 2

Con Woodpecker quindi si possono lavorare in contemporanea 4 pezzi con lunghezza fino a 2700 mm, riducendo drasticamente i tempi di produzione.

Non solo. Il centro di lavoro Woodpecker 60 offre altre novità significative:

  • un sistema innovativo di carico e scarico che lavora in tempo mascherato;
  • cambio utensile ultra veloce e possibilità di installare fino a 180 utensili sul magazzino a rastrelliera posto sul retro del centro di lavoro, con ruote a 10 posizioni dedicate agli elettromandrini per velocizzare il cambio degli utensili;
  • è possibile effettuare la lettura dell’utensile tramite codice a barre, per non sbagliare l’inserimento manuale nel rack;
  • la vasca a ultrasuoni consente di pulire a fondo gli utensili dalla resina e dallo sporco in tempo mascherato durante la notte.

«Il centro di lavoro realizzato per Norwood è come una macchina di F1» conclude Dario Camporese. «Le innovazioni adottate in pista vengono trasferite in seguito anche alle auto di serie. Analogamente le soluzioni tecnologiche che si vedono sul video sono disponibili per l’intera gamma Woodpecker».