Tra i primi centri di lavoro Woodpecker venduti in Italia, vi è quello di Albertone Serramenti di Chivasso (TO). Abbiamo posto alcune domande a Daniele Albertone, contitolare dell’azienda, che ci ha spiegato come la nostra macchina abbia risposto perfettamente alle loro richieste.

Se dovesse individuare i tre punti di forza dell’azienda, quali sarebbero?

Foto di Daniele Albertone - Albertone SerramentiInnanzitutto che siamo dei produttori e non dei commercianti. Poi il servizio che assicuriamo durante la vendita e nel post vendita: nei 50 anni che siamo sul mercato non abbiamo mai lasciato da solo un cliente. In caso di manutenzione, di una riparazione o di un qualsiasi altro intervento, noi torniamo volentieri dai nostri clienti.

Il terzo punto di forza è che abbiamo delle figure distinte per gestire la preventivazione, le attività di progettazione e i sopralluoghi in cantiere: tre persone a cui si aggiunge anche una segretaria.

 

Qual è la vostra area di mercato? Chi è il vostro cliente ideale?

La nostra principale area di mercato è il Piemonte, anche se abbiamo lavorato anche in Lombardia, soprattutto nella città di Milano. Lavoriamo un po’ con tutte le tipologie di clienti: imprese, falegnamerie, showroom.

Sicuramente è aumentato il numero di privati e guai se non fosse stato così. Se dovessi fare delle percentuali direi un 20% falegnamerie e punti vendita, un 40% imprese e un 40% privati.

 

So che la Woodpecker 60 che avete in produzione è una delle prime vendute in Italia: quando l’avete acquistata?

Se non ricordo male la macchina era installata e pronta qui in azienda nel gennaio del 2015.

 

Come avete conosciuto SAOMAD?

Sapevamo che era un’ottima azienda, specializzata nella produzione di macchine per serramenti in legno perché l’avevamo visitata nelle varie fiere di settore. Ci siamo convinti a scegliere SAOMAD grazie anche ai giudizi positivi che abbiamo avuto parlando con il nostro utensiliere e con vari addetti del settore.

Centro di lavoro Woodpecker 60 di Saomad per Albertone Serramenti

Cosa stavate cercando nello specifico, ossia quali erano le vostre principali esigenze?

Avevamo già un pantografo che lavorava con cambio utensili, ma non vi era il carico e scarico automatico; realizzi i 6-8 pezzi e poi li tiri giù: l’operatore non si può allontanare più di tanto.

Cercavamo quindi una macchina che lavorasse in modo automatico senza la presenza continuativa dell’operatore. In altre parole cercavamo una soluzione che ci assicurasse una maggiore continuità produttiva e un aumento di produttività.

Con l’acquisto della Woodpecker abbiamo anche ampliato la nostra gamma di prodotti, rendendola completa. Ora infatti riusciamo a realizzare ogni tipologia di serramento: standard, speciali, persiane, alzanti scorrevoli, bilici, scuretti, finestre legno-alluminio, ecc.

 

Alla fine cosa vi ha spinto a preferire Woodpecker di SAOMAD rispetto a una proposta della concorrenza?

Abbiamo preferito la soluzione di SAOMAD perché ci è piaciuta la qualità costruttiva e la robustezza della macchina. Una solidità che abbiamo testato abbondantemente.

 

Ad oggi qual è il suo feedback?

Centro di lavoro Woodpecker 60 di Saomad per Albertone Serramenti - 1Non può che essere positivo. È una macchina che facciamo andare giorno e notte, in maniera pressoché ininterrotta. Ci consente una grande versatilità, particolarmente utile quando si lavora con i privati.

In questo casi infatti puoi trovarti di fronte a tipologie molto diverse di serramento: un privato può chiederti il portoncino, la finestra da 80 mm, la persiana, lo scuretto, ecc., ma con la macchina SAOMAD possiamo fare tutto agevolmente; grazie anche al programma software che la gestisce.

Non dobbiamo più fare tanti cambiamenti o spostamenti come facevamo con le vecchie macchine. Ora basta preparare il materiale, caricarlo e il gioco è fatto. Passiamo veramente da un prodotto all’altro con un cambio utensile.

 

Oltre al prodotto cosa apprezza di SAOMAD?

Il servizio di assistenza. Alcune settimane fa, ad esempio, li ho chiamati per un rumore che mi insospettiva. Dal confronto telefonico abbiamo rilevato che era un problema legato alla lubrificazione. L’azienda mi ha subito spedito i ricambi che sono arrivati dopo due giorni.

 

Per concludere, se dovesse consigliare Woodpecker a un suo collega, cosa direbbe?

Non le nascondo che qualche falegname curioso è venuto a vedere la macchina. Il mio consiglio sarebbe senza dubbio un invito all’acquisto per sfruttare tutti i vantaggi di questa tipologia di macchina.

Newsletter Saomad